traslocare-in-una-casa-piu-piccola-1200x933.jpg

Traslocare in una casa più piccola è un’esigenza che accomuna moltissime persone. Dati alla mano, il mercato immobiliare mostra una tendenza evidente proprio in questo senso: single e coppie si stanno spostando in appartamenti e abitazioni sempre più piccole, soprattutto nelle metropoli. E come nei paesi orientali, anche da noi esplode il fenomeno delle tiny house, appartamenti di 30 o 40 metri quadri dove vivere comodi anche se in poco spazio. Il problema maggiore nasce al momento del trasloco. Trasferire i mobili in toto nella nuova abitazione non sempre è possibile, per cui bisogna cercare di organizzare l’arredamento con una certa logica, valutando le soluzioni migliori sulla base delle proprie tempistiche e disponibilità economiche. Nella lista che segue abbiamo selezionato una serie di consigli strategici per traslocare in una casa piccola senza stress e senza ripensamenti!

1) SCEGLI QUALI MOBILI VENDERE E QUALI TENERE

Se passi da una casa medio-grande a una casa piccola, inevitabilmente dovrai scegliere quali mobili tenere e quali scartare. Quello che forse non sai è che non devi per forza buttare i mobili in discarica: esistono altre possibilità per liberarsi di uno o più arredi in modo rapido e indolore. Una di queste è addirittura remunerativa e consiste nella vendita dei mobili stessi. Oltre ai siti di usato, ci sono ditte di traslochi (poche a dir la verità) che possono contare su un negozio di arredo di seconda mano, un canale ideale tramite il quale rivendere divani, letti e così via. Noi di Caturano Traslochi offriamo questo servizio con la formula del Ritiro & Vendita: contattaci per maggiori informazioni!

2) SE NECESSARIO, VALUTA UNA MODIFICA DELLA CUCINA

Alcuni mobili si prestano per una modifica in altezza o in larghezza. Un esempio tipico sono le cucine, che grazie a un lavoro di falegnameria piuttosto semplice è possibile riadattare alle nuove misure della casa piccola. Anche in questo caso noi di Caturano Traslochi offriamo un servizio di modifica mobili su misura post trasloco a tutti i clienti che ne fanno richiesta. Se ci sono le condizioni per ridurre le dimensioni e l’ingombro del mobile, ce ne occuperemo noi grazie a esperti falegnami che collaborano con noi da decenni. Per le modifiche fattibili nella nuova abitazione, il prezzo è incluso nel trasloco!

3) NEL DUBBIO AFFIDATI A UN TRASLOCO CON DEPOSITO

Una società specializzata in traslochi dotata di un deposito mobili privato è sempre meglio di una ditta di traslochi qualunque. Questo è un principio generale valido per qualsiasi abitazione e tanto più per le case piccole: grazie a un deposito sarà possibile sistemare in via temporanea i mobili di cui non conosciamo ancora la destinazione, per poi riprenderli, spostarli in casa o quantomeno decidere il da farsi. Visita la pagina Deposito Mobili per maggiori informazioni.

4) PROVA ARREDI COME IL LETTO CONTENITORE O I SOPPALCHI

Quando l’abitazione è piccola bisogna ingegnarsi con soluzioni salva-spazio che permettano di ottimizzare la volumetria disponibile. Il settore dei mobili in questo senso ha ideato decine di arredi per ogni stanza, dai tavoli e tavolini allungabili per il salotto ai letti contenitore e letti armadio provvisti di cassetti e ante scorrevoli. Ci sono poi i soppalchi, molto utili per raddoppiare la superficie calpestabile o anche solo per riporre scatole, scatoloni e accessori (da quelli per viaggiare alle attrezzature sportive). Ditte e geometri potranno offrire a riguardo consigli e orientamenti su ciò che va fatto per montare un soppalco a norma di legge.

5) CHIEDI UNA CONSULENZA AL TUO TRASLOCATORE

L’ultimo consiglio per un trasloco all’altezza è un suggerimento di buon senso: onde evitare di commettere errori e mosse false, vedi il noleggio di attrezzature laddove non serve, è sempre bene chiedere un riscontro al proprio traslocatore. I professionisti a cui ci rivolgiamo, se sono tali, ci possono guidare nelle nostre scelte, offrendoci la loro consulenza e i loro strumenti. Se desideri un confronto diretto con i nostri responsabili o se hai in mente di traslocare ma non sai come muoverti, ti invitiamo a contattarci senza impegno via email o per telefono. Compila il modulo o richiedi un preventivo oggi stesso!

 

    *Campi obbligatori

    *Nome

    *Telefono

    *Email

    Messaggio

     

     


    Trasloco-senza-ascensore-1200x797.jpg

    Molti immobili e palazzi con uffici non dispongono di un’ascensore, cosa che rende un eventuale trasloco molto più impegnativo se non si dispongono di strumentazioni idonee. L’ascensore, grande o piccolo, agevola infatti il trasporto di mobili, oggetti pesanti e scatoloni: senza questo aiuto, trasferire i propri beni ai piani alti può diventare un’impresa, specie se saliamo oltre il secondo piano. La proporzione è presto detta: più scalini dovremo affrontare, maggiore sarà la fatica per arrivare a destinazione. Quali sono dunque le alternative che si presentano a chi ha la necessità di effettuare un trasloco senza ascensore? Se diamo per scontata l’opzione del fai-da-te, ammesso che si abbiano i mezzi per una scelta del genere, le strade da percorrere per un trasloco senza ascensore diventano tre. Vediamole nel dettaglio.

    1) IL TRASLOCO CON TRASLOCATORI QUALIFICATI

    Il primo scenario, quello del trasloco dall’interno con l’aiuto di una ditta specializzata, si prefigura nel momento in cui, per qualsiasi ragione, non è possibile utilizzare un autocarro o altro veicolo con piattaforma aerea. Può essere ad esempio il caso di abitazioni situate in vicoli troppo stretti, oppure all’interno di cortili e piazzette recintate dove un autocarro non riuscirebbe a passare. Qui l’unica soluzione è fare alla vecchia maniera, trasportando scatole e scatoloni a mano e con l’ausilio di carrelli sollevacarichi (gli stessi usati per spostare le casse di acqua e bibite). La squadra dovrebbe essere composta da almeno due persone, questo sia per gestire il trasloco degli elettrodomestici e dei mobili più ingombranti (alcuni dei quali, visto il peso e le dimensioni, richiedono due persone), sia per accorciare le tempistiche e arrecare meno disturbo possibile a vicini e passanti. Se vuoi approfondire, ti consigliamo di leggere l’articolo su Traslochi fai-da-te o impresa di traslochi?

    2) IL TRASLOCO CON PIATTAFORMA AEREA DALL’ESTERNO

    Se lo spazio e l’accesso all’abitazione lo consentono, possiamo avvalerci della classica piattaforma aree installata su autocarro, ragno, o altro genere di veicolo. Requisito indispensabile, se l’immobile non si trova all’interno di un’area privata, è quello di richiedere (e ottenere) un permesso di occupazione del suolo pubblico. Il permesso va richiesto al comune dove è ricade l’indirizzo dell’immobile nel quale avverrà il trasloco della casa, e prevede un tempo di occupazione minimo lungo la strada o sulla piazza. Il trasloco con piattaforma aera facilita l’operazione e consente a noi operatori di gestire meglio il lavoro senza rischi e senza contrattempi. Nei condomini e nelle palazzine, è buona norma avvisare gli altri inquilini perché ci sarà comunque un passaggio di persone lungo le scale. In merito alle autorizzazioni, compreso il permesso di transitare in zona ZTL, ecco dal nostro blog un articolo interessante sul tema del trasloco senza autorizzazioni.

    3) IL TRASLOCO CON IL SALISCALE PIANOPLAN

    In assenza di ascensore possiamo optare anche per una terza via, quella di impiegare macchinari appositi in grado di risalire le scale trasportando mobili pesanti come pianoforti, casseforti, ma anche elettrodomestici come frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, ecc… noi di Caturano Traslochi usiamo per questo tipo di esigenza Pianoplan, il robot saliscale che grazie ai suoi cingoli può affrontare sbalzi e salite ripide fino al 45%, dimezzando così la manodopera e il carico di lavoro. Un sistema evoluto, compatto, pratico, veloce e sicuro, per gestire un trasloco senza ascensore anche con poco personale, senza rinunciare alla qualità del servizio e alla rapidità d’intervento. Contattaci anche tu oggi stesso per un preventivo gratuito e senza impegno: con Caturano sei in ottime mani per ogni esigenza di trasloco, con o senza ascensore!

     

      *Campi obbligatori

      *Nome

      *Telefono

      *Email

      Messaggio

       


      Trasloco-singolo-mobile-Caturano-Traslochi-1200x800.jpg

      A Caserta, Avellino e Benevento, ma anche nel resto d’Italia, ci siamo noi di Caturano Traslochi, il tuo partner ideale anche per il trasloco di un mobile singolo. Proprio così: con noi di Caturano puoi organizzare il trasloco di un solo mobile da una città all’altra della stessa regione, oppure dal sud Italia al nord, o ancora dal nostro paese verso un’altra nazione. Come riusciamo a garantirti un servizio di questo genere visto che altre società di traslocatori non si scomodano nemmeno? La risposta è molto semplice: abbiamo un tale volume di richieste da poterti accontentare anche se hai un singolo mobile da traslocare. Sistemeremo il tuo armadio o il tuo letto in uno dei nostri furgoni, oppure sfrutteremo uno dei tanti traslochi in abbinamento per condividere le spese e ottimizzare gli spostamenti. In questo modo non dovrai preoccuparti di noleggiare un furgone per conto tuo, caricare il mobile e guidarlo: ci penserà il nostro team di traslocatori professionisti!

      DAI NORMALI ARREDI AGLI OGGETTI PESANTI DI VALORE

      L’esigenza di trasportare un mobile singolo non è mai la stessa. C’è chi vuole portare in casa propria la vecchia credenza della nonna appena defunta, e chi invece deve trasportare un tavolo in legno realizzato dal padre o dallo zio. C’è chi si trasferisce in via temporanea per studio o per lavoro e vuole avere accanto il pianoforte, e chi invece deve spostare una stampante o un macchinario di lavoro da un ufficio all’altro. Per affrontare tutte queste casistiche non basta gestire alti volumi di traslochi: spesso ci vogliono strumenti dedicati, come il robot saliscale Piano Plan, progettato per superare pendenze anche del 45% senza alcuna difficoltà. Un alleato prezioso che ci consente di abbattere i costi di manodopera e rendere in questo modo conveniente il preventivo di trasporto di un mobile singolo, anche se di valore.

      LA MODIFICA DEI MOBILI, IL DEPOSITO E LA VENDITA DI USATO

      Il trasloco non è l’unica opzione percorribile. A volte bisogna seguire altre strade, ad esempio adattando il mobile o lasciandolo in deposito per qualche settimana prima di spostarlo. In queste circostanze Caturano Traloschi viene in aiuto dei suoi clienti grazie a una serie di servizi dedicati:

      • modifica dei mobili, attraverso lavori di falegnameria possiamo accorciare un piano cucina, abbassare un tavolo o restaurare un armadio per riportarlo a nuova vita. 
      • deposito mobili, un servizio indispensabile quando la casa non è ancora pronta e bisogna attendere la fine dei lavori prima di spostare il mobile singolo.
      • ritiro e vendita arredo usato, indicato per chi vuole sbarazzarsi di alcuni mobili o di tutto l’arredo senza per forza recarsi in discarica (con ulteriori costi per il noleggio e trasporto). Ritiriamo i mobili e li vendiamo nel nostro negozio di arredo!

      A questo punto non ti resta che contattarci di persona compilando il modulo o chiamando in ufficio al numero 0824831569. Con noi di Caturano sei in ottime mani, mettici alla prova subito!

       

        *Campi obbligatori

        *Nome

        *Telefono

        *Email

        Messaggio


        5-strategie-per-organizzare-in-tempo-il-tuo-trasloco-Caturano-Traslochi-1200x801.png

        Organizzare per tempo un trasloco sembra facile, ma quando si passa dalle parole ai fatti ecco che iniziano i problemi e gli imprevisti. Dietro ogni trasloco c’è infatti una logistica non da poco: dall’imballaggio dei mobili e degli oggetti da traslocare al loro trasporto a destinazione (e successivo ricollocamento) le operazioni da affrontare sono numerose e richiedono tutte un certo tempo. L’errore tipico è sottovalutare questo tempo e rimanere troppo stretti, senza considerare che l’imprevisto è sempre dietro l’angolo (specie se si affida il trasloco a mani non proprio esperte). Come fare quindi per rispettare il timing definito e portare a termine il trasloco entro le scadenze previste? In base alla nostra esperienza, conviene mettere in pratica alcune strategie semplici ma efficaci, utili per evitare brutte sorprese, nei casi peggiori, conseguenze economiche negative. Ecco i nostri 5 consigli per organizzare in tempo il trasloco.

        1)  VALUTA COSA BUTTARE/VENDERE E COSA TENERE

        Per prima cosa è importante valutare con attenzione se vale la pena traslocare tutto (scenario poco probabile) o se ha più senso liberarsi di qualche mobile. Questa è una scelta di tempo per un motivo ovvio, ma a volte dimenticato: meno cose ci sono da smontare, imballare e trasportare, meno tempo è richiesto per affrontare il trasloco. La soluzione per non farsi travolgere dagli eventi è decidere di volta in volta fra i servizi di deposito mobili, modifica degli arredi oppure ritiro e vendita dell’usato. Ognuno di questi può ridurre il carico di lavoro e di stress, ottimizzando il volume effettivo da traslocare.

        2) SCEGLI TRA IMBALLAGGIO FAI-DA-TE O PROFESSIONALE

        Molti clienti pensano che l’imballaggio fai-da-te sia più conveniente e quindi più vantaggioso dell’imballaggio effettuato dalla società di trasloco, salvo poi ricredersi quando scoprono il costo degli scatoloni e il tempo necessario per reperire gli stessi. Sistemare all’interno di apposite scatole (possibilmente rinforzate) decine di oggetti ed eventuali mobili smontati è un lavoro ingente, che porta via intere giornate, in special modo se non si ha nessuna esperienza in merito. Nel dubbio, meglio delegare a chi fa questo mestiere ogni giorno dalla mattina alla sera: a fronte di un leggero aumento del prezzo, le tempistiche si ridurranno in maniera più che sensibile.

        3) CONTROLLA I FEEDBACK DEL TUO TRASLOCATORE

        I feedback, e quindi le recensioni che il traslocatore ha ricevuto dai clienti, sono un parametro essenziale per capire se il referente che abbiamo individuato è o non è all’altezza. Le ditte di traslochi che commettono ritardi sono oggetto di critiche feroci da parte dei clienti, e questo perché il rispetto dei tempi è un punto molto sentito dalla gran parte delle persone (un fattore che dipende da variabili note, come le scadenze di un contratto di affitto, la consegna di mobili nuovi, la necessità di una casa in ordine per motivi di lavoro, ecc). Il nostro consiglio è dunque lo stesso per tutti: leggere le recensioni e capire se i ritardi sono o non sono all’ordine del giorno.

        Qui puoi trovare l’elenco delle nostre ultime recensioni, dai un’occhiata!

        4) ASSEGNA A CIASCUNO STEP UNA DATA DA NON SUPERARE

        Quando hai capito cosa tenere e cosa buttare, quando hai scelto l’imballaggio e quando hai controllato i feedback della società di trasloco a cui rivolgerti, non ti resta che assegnare a ogni step una data di scadenza. Il calendario potrebbe somigliare a qualcosa di simile, anche sotto forma di elenco scritto:

        • smontare salotto entro 12 marzo
        • smontare camere entro 13 marzo
        • smontare cucina entro 14 marzo
        • imballare mobili il 15-16-17 marzo
        • effettuare il trasloco entro il 20 marzo

        Le scadenze aiutano a evidenziare i passaggi da compiere per arrivare al dunque senza sorprese e senza imprevisti.

        5) PROGRAMMA IL TRASLOCO CON IL GIUSTO ANTICIPO

        Qualunque traslocatore degno di questo nome ti darà la stessa risposta: per un trasloco a regola d’arte bisogna organizzarsi in anticipo. Questo non vuol dire certo che un trasloco richieda un preavviso di mesi, ma è altrettanto chiaro che nel flusso di lavoro di una compagnia di trasloco non si può aggiungere un incarico in tempo zero. Il preavviso è fondamentale, tanto più se parliamo di traslochi in groupage, e cioè di traslochi condivisi. In questo caso le probabilità di trovare altre persone che devono trasportare i propri mobili verso la stessa destinazione (o verso una destinazione vicina) aumenta con l’aumentare dell’orizzonte temporale che ci siamo dati. In altre parole, più aspettiamo, più avremo chance di risparmiare.

         

          *Campi obbligatori

          *Nome

          *Telefono

          *Email

          Messaggio


          Corriere-per-piccoli-traslochi-Caturano-Traslochi-2-1200x533.jpg

          Quando il trasloco assume dimensioni modeste, è possibile valutare opzioni alternative alle normali società e ditte di traslochi. Amici, parenti, colleghi di lavoro, oppure… corrieri. L’escamotage di affidarsi a un corriere per piccoli traslochi è ormai piuttosto diffuso, ma nasconde insidie da non sottovalutare. Il principio di base è molto semplice: si paga al corriere una spedizione al posto di un servizio di trasloco, riducendo in questo modo il budget necessario. Gli oggetti da trasferire vengono quindi impacchettati all’interno di scatole e scatoloni per essere poi trasportati a destinazione. In linea teorica nulla da eccepire: il corriere svolge il suo lavoro di trasportatore, spesso all’oscuro di tutto, e il cliente, privato o professionista poco cambia, se la cava con qualche centinaio di euro. Ma resta aperta una domanda: c’è da fidarsi?

          LE INCOGNITE DI UN TRASLOCO NELLE MANI DI UN CORRIERE

          Se è vero che il corriere non ha alcun interesse a conoscere il contenuto dei nostri scatoloni, è anche vero che se non ha informazioni in merito corriamo più rischi. Mentre con un traslocatore possiamo parlare prima, mostrando i beni da trasportare e spiegando come impacchettarli, con un corriere dobbiamo sperare che le scritte sui pacchi (lato alto, fragile, non capovolgere, ecc) siano prese in considerazione. Non è detto purtroppo che questo avvenga. Bisogna poi riflettere sul confezionamento, e quindi sulle modalità di imballaggio delle varie cose da trasportare. Noi traslocatori abbiamo i nostri protocolli e adottiamo le nostre misure di sicurezza, mentre un corriere, la maggior parte delle volte, prende i pacchi, li carica nel furgone e quel che succede succede!

          ASSICURAZIONE: E SE IL PACCO VIENE SMARRITO O DANNEGGIATO?

          Capita: in un trasloco qualcosa può non andare per il verso giusto, ma a tutto c’è rimedio, se la società è seria, sa lavorare e tutela gli interessi dei propri clienti. Smarrire un pacco è praticamente impossibile, può accadere tuttavia che il furgone abbia un incidente (anche provocato da terzi) o che, per errore, un oggetto si rompa durante l’inscatolamento. Scenario rarissimo, ma non possiamo escluderlo. Nel caso di un corriere, ottenere un rimborso anche parziale è più complicato, perché spesso non viene stipulata alcuna assicurazione. Per una ditta di traslochi, al contrario, l’assicurazione dovrebbe essere la norma: se poi, come avviene per noi, aggiungiamo alla classica polizza vettoriale una polizza RCT (polizza di responsabilità civile), allora siamo in una botte di ferro!

          CHI PIU’ SPENDE MENO SPENDE: IL CONSIGLIO DI NOI ESPERTI

          A quanto scritto fin qui bisogno aggiungere altre piccole considerazioni non proprio scontate. La prima riguarda le attrezzature: un corriere lavora con le proprie braccia e i propri furgoni, mentre un traslocatore professionista può contare su piattaforme aeree, robot saliscale e altri strumenti in grado di ridurre i rischi e velocizzare i tempi. Il corriere inoltre opera nei giorni che decide, e non in quelli programmati, con ovvie ripercussioni in termini organizzativi. Certo, il costo di un corriere è più basso, ma come recita il proverbio: chi più spende meno spende, nel senso che pagando un po’ di più si evitando anche rogne, ritardi e danneggiamenti indesiderati. Dal momento che il preventivo per il tuo trasloco è gratuito, e visto che puoi richiederlo ai nostri esperti anche online, ti consigliamo caldamente di approfittarne: compila il form e valuta se davvero puoi fidarti di un corriere, o se è meglio andare in mani sicure da un professionista qualificato.

            *Campi obbligatori

            *Nome

            *Telefono

            *Email

            Messaggio

             

             


            Trasloco-di-unazienda-5-consigli-per-risparmiare-soldi-Caturano-Traslochi-1200x630.png

            Gestire il trasloco di un’azienda non è affare da poco, in primo luogo dal punto di vista economico. Accanto al budget necessario per pagare gli imballaggi, i traslocatori, i macchinari e il trasporto, occorre infatti calcolare le mancate entrate legate allo stop della produzione. Se per un’attività focalizzata sul settore terziario uno stop di questo genere può non essere così impattante (il lavoro si porta avanti ormai in smart working senza grosse ripercussioni) è chiaro che lo stesso trasloco di un capannone industriale o di un laboratorio artigianale o di un centro di lavorazione rischia di causare una perdita economica non proprio indifferente. Come fare quindi per ridurre i costi e risparmiare soldi in occasione di un trasloco? Quali soluzioni e accorgimenti si possono adottare per diminuire le spese? In questo articolo scopriamo 5 strategie di risparmio efficaci per qualunque  tipo di business.

            1) APPROFITTA DELLE CHIUSURE ESTIVE O INVERNALI

            Se la tua azienda, come è normale che sia, chiude i battenti in estate o in inverno per Natale, si vengono a creare le condizioni ideali per ottimizzare le tempistiche di trasloco. La nostra ditta lavora infatti tutto l’anno, senza interruzioni, e questo vuol dire essere a disposizione anche quando le attività sono ferme (tipicamente nella settimana di Ferragosto e a cavallo del nuovo anno). Approfitta di queste chiusure per traslocare fotocopiatrici, macchinari, scaffali, magazzino e attrezzature varie ed eviterai di perdere giorni preziosi.

            2) CONSIDERA IL NOLEGGIO DI PIATTAFORME AEREE E FURGONI

            L’ipotesi di gestire in toto o in parte il tuo trasloco non ti spaventa? Allora puoi risparmiare grazie al noleggio di attrezzature, un servizio offerto anche dalla nostra ditta per chi preferisce i traslochi fai-da-te. Con furgoni e piattaforme aeree manovrate dai nostri operatori qualificati, tagli le spese e affronti i lavori con i tuoi tempi e con i tuoi uomini. Questa opzione vale ad esempio per chi ha la propria azienda all’interno di due o più uffici e può occuparsi in prima persona del trasbordo di tutto l’occorrente nella nuova sede.

            3) RISPARMIA CON IL RITIRO E LA VENDITA DI ARREDO

            Vuoi cogliere la palla al balzo e sbarazzarti di alcuni mobili in vista del trasloco? Niente di più semplice, anche questo può essere un ottimo sistema per risparmiare soldi. Noi di Caturano Traslochi offriamo ai nostri clienti ritiro e la vendita di arredo, dalle poltrone alle scrivanie da ufficio, dai tavoli agli armadi, dalle sedie per lavoro ai mobili del bagno. La valutazione dei nostri esperti non ti costa nulla ma potrebbe aiutarti a risparmiare due volte: nel momento in cui vendi gli arredi e nel momento in cui non devi trasportarli nella nuova sede!

            4) OPTA PER IL GROUPAGE (TRASLOCO IN ABBINAMENTO)

            I traslochi in abbinamento rappresentano una valida alternativa per chi non ha fretta e cerca un servizio economico. Si tratta di una modalità di trasloco che prevede la condivisione degli spazi, e quindi del camion o del container nel caso di traslochi internazionali. La qualità è invariata, bisogna solo avere un po’ di pazienza in più nell’attesa che altri imprenditori o professionisti o privati si facciano avanti, manifestando esigenze di trasloco simili verso la stessa destinazione. A quel punto si organizza il trasloco a tariffe che talvolta si riducono del 50% in ragione dello spazio condiviso e ottimizzato.

            5) RICHIEDI IL TUO PREVENTIVO ONLINE SENZA IMPEGNO

            L’ultimo suggerimento per risparmiare soldi nel proprio trasloco consiste nel richiedere il preventivo online senza impegno. Grazie al web, ognuno ha la possibilità di confrontare più preventivi e decidere quello più conveniente anche in base alle condizioni proposte. Non bisogna dimenticare a tal proposito l’assicurazione, un punto critico perché spesso limitato alla sola polizza vettoriale obbligatoria. Se c’è una cosa su cui non ha senso risparmiare è proprio l’assicurazione, che dovrà essere completa al massimo fino a includere la polizza di responsabilità civile. Esattamente ciò che è previsto nei nostri contratti!

            Contattaci per maggiori informazioni sul trasloco della tua azienda

              *Campi obbligatori

              *Nome

              *Telefono

              *Email

              Messaggio

               

               


              Il-significato-dei-traslochi-groupage-Caturano-Traslochi-2-1200x630.png

              Capire il significato dei traslochi groupage vuol dire poter decidere fra un normale trasloco o un trasloco alternativo, nella modalità detta appunto del groupage. Bisogna tenere presente che il termine groupage nasce nell’ambito dei trasporti internazionali, e prima ancora del commercio. Ciò che viene indicato con l’espressione trasporto in groupape o trasloco in groupage è a conti fatti la modalità di caricamento della merce ovvero dei mobili e degli oggetti da trasportare. Questi, nel groupage, vengono infatti condivisi con altre imprese, o, se parliamo di privati, con altre persone. 

              La logica dietro un approccio simile è quella dell’ottimizzazione: da una parte la ditta che esegue il trasloco o la spedizione ha il vantaggio di sfruttare al meglio lo spazio, dall’altra il cliente finale può contare su prezzi più bassi in virtù del numero maggiore di richieste gestite con lo stesso container o con lo stesso furgone. Un sistema, per usare una formula ripresa dal marketing, di tipo “win win”, dove entrambe le parti – l’offerente e il cliente – traggono beneficio reciproco. Ma vediamo nel dettaglio i punti salienti del trasloco in groupage e perché in molti scenari conviene questa opzione rispetto al classico trasloco.

              TEMPI DILATATI, COSTI MINORI: PRO E CONTRO DEL GROUPAGE

              Come è facile intuire, il groupage consente di risparmiare cifre significative in ragione delle tempistiche più dilatate. Se il trasloco o la spedizione su misura vengono effettuate in tempi brevi rispetto alla richiesta, il groupage necessita di una finestra temporale più ampia. Questo perché occorrono settimane, a volte mesi, per accumulare altre richieste da parte di aziende o privati. Chiaro che le destinazioni più gettonate, come Milano o Roma se guardiamo all’Italia, Londra, Berlino o Madrid se guardiamo all’estero, generano un buon volume di traffico, e di conseguenza tempistiche di attesa minori. Viceversa località particolari e meno ambite sia nel nostro paese che nel resto del mondo determinano una richiesta inferiore, o addirittura nulla, e quindi l’inevitabile adeguamento nella gestione del trasloco.

              Il nostro consiglio? Chiedere sempre in anticipo informazioni sulle offerte previste per il groupage, i nostri esperti saranno ben felici di rispondere e fornire subito riscontro sulle opportunità del groupage.

              LE CONDIZIONI DI UN TRASLOCO GROUPAGE: COME FUNZIONA

              Una delle convinzioni che nutrono i clienti in merito al trasloco in groupage riguarda la qualità del servizio. Pensare di condividere la merce nello stesso furgone o nello stesso container diventa per molti motivo di ansia e preoccupazione. Nella realtà dei fatti non ci sono pericoli di sorta, ammesso che vengano prese le dovute precauzioni. Mobili e oggetti vanno imballati e spostati con attenzione, soprattutto se ingombranti, utilizzando strumentazioni idonee come il nostro robot scendiscale Piano Plan. L’etichettatura e catalogazione sono altre fasi decisive per non rischiare di smarrire uno scatolone o scambiare un elettrodomestico. Infine c’è l’aspetto assicurativo: alla normale polizza vettoriale bisogna aggiungere la polizza di responsabilità civile RCT, come previsto ad esempio per i nostri contratti di trasloco tradizionali e in groupage. Non ti resta a questo punto che inviarci la tua richiesta e ricevere un preventivo gratuito e senza impegno per un trasloco condiviso all’altezza delle aspettative!

                *Campi obbligatori

                *Nome

                *Telefono

                *Email

                Messaggio


                Trasloco-fra-regioni-ai-tempi-del-Covid-come-fare-Caturano-Traslochi-1200x630.png

                A quasi un anno di distanza dal nostro primo articolo su Traslochi e Coronavirus: come organizzarsi senza correre rischi, torniamo a parlare dell’argomento traslochi ai tempi del Covid, purtroppo ancora di attualità. La situazione rimane infatti incerta e in costante evoluzione, non è facile quindi parlarne con sicurezza. Al momento di scrivere questo articolo alcune regioni sono tornate a essere classificate come gialle, altre sono passate al colore arancione, altre ancora sono rimaste in rosso. Nessuna ad oggi, fine febbraio, ha invece raggiunto l’ambito status di regione bianca. Che fare quindi se l’esigenza di traslocare non può più essere prorogata? Rispondere è complesso, perché alla normativa nazionale si aggiungono i provvedimenti di ciascuna regione. Possiamo però sforzarci di riepilogare le linee guida più recenti fornite dal governo e da alcune fonti autorevoli, come quotidiani e prefetture. Se mettiamo insieme le varie indicazioni, il quadro diventa senz’altro più chiaro e comprensibile. Vediamo quindi cosa è bene sapere in merito ai traslochi fra regioni ai tempi del Covid.

                POSSIAMO TRASLOCARE FRA UNA REGIONE E L’ALTRA?

                Innanzitutto la domanda che viene in mente per prima: traslocare fra un regione e l’altra è possibile? La risposta è affermativa: traslocare anche fra regioni di colore differente è possibile, ma a due condizioni. La prima è che ci siano motivi di urgenza improrogabile, per cui ad esempio una situazione di sfratto, di fine contratto, di rischio per motivi di salute (anziano in casa che deve essere spostato in abitazione più vicina al luogo di cure) e così via. La seconda è che il trasloco venga effettuato da una ditta con il codice ATECO previsto dalle deroghe, questo non come regola tassativa ma di buon senso per evitare ogni genere di ambiguità nella natura dello spostamento stesso. I codici ATECO ammessi, ancora dall’anno scorso, corrispondono al 49.41.00 e al 49.42.00, ovvero al trasporto merci su strada e ai servizi di trasloco per imprese o famiglie effettuati tramite trasporto su strada, incluse le operazioni di smontaggio e rimontaggio di mobilia.

                QUALI SONO I MOTIVI DI URGENZA IMPROROGABILE?

                Non è ancora mai stata pubblicata una lista di motivazioni di urgenza improrogabile per effettuare il trasloco. La normativa lascia quindi ampio margine di autonomia e libertà interpretative, ma è chiaro che non bisogna approfittarsene. Traslocare in tempo di Covid perché inizia la primavera e si deve sistemare il giardino della casa nuova non è un motivo né urgente né improrogabile. Al contrario, un contratto di affitto che scade e non può essere rinnovato rappresenta senza ombra di dubbio un motivo sia urgente che improrogabile. L’ESIGENZA, e quindi la motivazione, devono in ogni caso essere documentabili, per cui occorro portare con sé tutto ciò che può tornare utile in questo senso qualora ci fossero controlli.

                I TRASLOCHI FAI-DA-TE SONO CONSENTITI?

                Il trasloco fai-da-te non è mai stato espressamente vietato, ma risulta nei fatti molto scoraggiato. Questo dipende da alcune ragioni che valgono per tutti indipendentemente dal colore della regione. Riportiamo per chiarezza le principali:

                1. il trasloco dovrebbe coinvolgere un numero minimo di persone,  ciò significa che una famiglia o una coppia dovrebbe gestire il trasloco per conto proprio, e questo è piuttosto complesso soprattutto se consideriamo anche il prossimo punto.
                2. per spostare i mobili è consentito un trasferimento solo, non è possibile andare avanti e indietro più volte, bisogna ottimizzare il carico in modo da ridurre al minimo il rischio di contagio.
                3. è importante adottare misure di sicurezza anti-Covid che una per una ditta di traslochi qualificati sono la norma, mentre per un privato potrebbero risultare fuori portata. Le superfici andrebbero ad esempio sanificate con alcool, mentre i cartoni dovrebbero essere nuovi e non riciclati.

                Ora che sai come andrebbe affrontato un trasloco ai tempi del Covid, non ti resta che valutare con attenzione le tue scelte e programmare le date del progetto nel rispetto delle normative. Contattaci per maggiori informazioni o per un preventivo gratuito e senza impegno!

                  *Campi obbligatori

                  *Nome

                  *Telefono

                  *Email

                  Messaggio


                  FullSizeRender-30-2-1200x852.jpg

                  Devi traslocare i tuoi mobili e hai bisogno di un deposito? Stai per trasferirti all’estero e devi lasciare alcuni arredi in Italia per un periodo limitato? Hai un ufficio o un negozio e vuoi aprire una nuova sede ma ti manca uno spazio provvisorio? Per queste e per altre esigenze è previsto il servizio dedicato di trasloco con deposito mobili! Come funziona? Semplice: si tratta di affidare i tuoi beni ai nostri operatori e goderti un’esperienza di deposito “chiavi in mano” a misura delle tue aspettative. Siamo disponibili per venire di persona nel tuo appartamento o nella tua sede di lavoro, organizzando il ritiro e il trasporto degli arredi in uno dei nostri magazzini in Campania. Lavoriamo in particolare nelle provincie di Caserta e Benevento, ma siamo anche abituati a spostarci in tutto il resto del paese offrendo in anteprima il nostro miglior preventivo online. In questo modo non ci sono rischi e non ci sono sorprese né sul prezzo né sulle tempistiche, anche se stai a Roma, a Firenze o ancora più a nord!

                  DAL DEPOSITO DI ARREDI AL TEMPORARY STORAGE

                  Come è facile intuire, il nostro servizio di trasloco con deposito non si rivolge solo ai privati. Nel corso degli anni abbiamo soddisfatto le esigenze di commercianti, liberi professionisti, artigiani, consulenti, ognuno in cerca di un referente pronto, qualificato e flessibile. Il nostro deposito può tornare utile in diversi contesti, sia per chi si sta trasferendo nella nuova casa e ha bisogno di spazio extra per qualche settimana, sia per chi ad esempio deve ristrutturare il proprio esercizio commerciale, la propria officina, il proprio bar o ristorante, e non sa dove spostare i mobili. Abbiamo quindi molti clienti che ci chiedono il servizio di temporary storage, prima o dopo il trasloco o anche in misura indipendente da questo. Analizziamo ogni necessità e cerchiamo di accontentare tutti con la cortesia e la professionalità che da sempre ci contraddistinguono. Mettici alla prova anche tu!

                  Vuoi conoscere i prezzi? Richiedi un preventivo gratuito e senza impegno

                  LE NOSTRE ASSICURAZIONI, RECENSIONI E GARANZIE

                  Non è facile dare in mano i propri beni e oggetti di lavoro a una società che non si conosce. Sappiamo bene come di questi tempi le precauzioni da prendere siano tutt’altro che secondarie. Sbagliare interlocutore vuol dire nel peggiore dei casi essere obbligati a fronteggiare ritardi più o meno gravi, o scoprire che il materiale è stato rovinato (ad esempio perché piove dentro il deposito) o addirittura ritrovarsi con danni irrecuperabili che poi non vengono nemmeno rimborsati. Per stare tranquilli, abbiamo scelto di tutelare i nostri clienti con apposite polizze di responsabilità civile, la migliore garanzia per essere protetti da qualsiasi imprevisto. 

                  Se vuoi saperne di più su come lavoriamo, puoi anche leggere le recensioni che i clienti hanno deciso di scrivere sul nostro conto. E se ancora non ti basta, ecco a te alcune delle domande più frequenti relative alla gestione del trasloco. Non ti resta che contattarci al numero verde 0824.831569 o direttamente al 3385271268 o ancora per email all’indirizzo di posta elettronica [email protected]. Raccontaci di che cosa hai bisogno e scopri cosa possiamo fare per te!


                  6-suggerimenti-doro-per-traslocare-in-inverno-3-1200x799.png

                  Traslocare in inverno rappresenta per qualcuno una necessità improrogabile. Per altri, al contrario, il trasloco in inverno è una scelta strategica, utile per velocizzare i tempi e – molto spesso – risparmiare qualche soldo. La maggior parte dei traslochi si svolge infatti in estate, complici le ferie delle persone che vogliono cambiare casa o ufficio. Questo implica tuttavia un aumento della domanda, e quindi un allungamento dei tempi di attesa, e in parte anche dei preventivi. Nel caos che si viene a creare d’estate, alcuni finiscono per affidarsi a ditte di dubbia professionalità, o per risparmiare o per fare prima, con tutte le inevitabili conseguenze del caso. Il trasloco in inverno potrebbe quindi configurarsi come l’opzione migliore da molti punti di vista, ma attenzione: anche in inverno vanno rispettati alcuni presupposti. Vediamo quindi i 6 suggerimenti d’oro per un trasloco all’altezza delle aspettative.

                  1) INDIVIDUA LA TUA DITTA DI TRASLOCHI

                  Estate o inverno, la scelta della ditta di traslochi è fondamentale. Spesso si è presi dalla smania di imballare tutto e caricarlo sui furgoni, ma si sa: la fretta è cattiva consigliera. Occorre quindi prima di tutto capire come valutare l’affidabilità della ditta di traslochi, vagliando se possibile diversi preventivi, senza dimenticare le recensioni scritte sul web (e le risposte della ditta stessa). A volta, come recita il detto, chi più spende meno spende.

                  2) EVITA IL PERIODO DI NATALE E CAPODANNO

                  Assolutamente sì, traslocare a Natale è fattibile, ma non è detto che sia semplice. Pensiamo solo al traffico, alle condizioni meteo avverse, ai limiti alla circolazione per l’inquinamento… Insomma, se dobbiamo traslocare nel periodo fra Natale e Capodanno, contattiamo la ditta con largo anticipo e prepariamo a saltare le ferie, rimanendo a disposizione per portare a termine ogni compito.

                  3) PREVEDI IL DEPOSITO MOBILI IN CASO DI FORTI NEVICATE

                  In alcune località italiane l’inverno è sinonimo di forti nevicate, anche a bassa quota. Succede un po’ in tutto il nord, ma anche al centro e perfino nelle isole. E spesso, quando arriva la neve, si verificano situazioni spiacevoli, come pali della luce che cadono, frane, strade bloccate e così via. Un deposito mobili sicuro può essere di grande aiuto per ovviare a queste incognite, senza ritrovarsi con i propri beni sparsi in giro e difficili da recuperare.

                  4) OCCHIO ALLE RESTRIZIONI DA CORONAVIRUS

                  Questo inverno il Coronavirus continua a creare disagi, condizionando la vita di milioni di persone. Non sappiamo ancora cosa accadrà nella stagione fredda 2021/2022, di certo un trasloco va programmato con mesi di anticipo, e questo suggerisce l’opportunità di organizzarsi senza correre inutili rischi. Come? Ne abbiamo parlato con dovizia di particolari in questo articolo dedicato a traslochi e Coronavirus. 

                  5) CHIEDI UNA CONSULENZA PRELIMINARE (ANCHE VIA EMAIL)

                  Se hai dubbi su come traslocare in inverno, noi di Caturano Traslochi, società con sede in Campania, ti offriamo la possibilità di di ricevere una consulenza su misura e senza impegno, anche online, via email, o per telefono. Pochi minuti del tuo tempo sono tutto ciò che serve per rispondere alle tue legittime domande e fornirti un preventivo dettagliato nel rispetto delle tue esigenze e delle tempistiche concordate.

                  6) ANCORA PIU’ RISPARMIO? SCEGLI IL TRASLOCO IN GROUPAGE!

                  Come abbiamo scritto, i traslochi in inverno costano leggermente di meno rispetto agli stessi traslochi in estate. Puoi tuttavia risparmiare ancora di più nel momento in cui deciderai di optare per il trasloco in groupage, anche noto come trasloco in abbinamento. Un tipo di trasloco nel quale viene utilizzato lo stesso furgone o lo stesso camion per più di nuclei e più persone. Scoprilo nel nostro sito!

                  Desideri un preventivo gratuito e senza impegno? Contattaci subito!

                   


                  Traslochi Caturano srl

                  S.S. 7 APPIA
                  Località Sferracavallo
                  San Martino V.C. (AV)
                  S.S. 7 APPIA
                  Montesarchio (BN)

                  S. Maria C. V. (CE)
                  Casoria (NA)
                  P.Iva 02671340640

                  Certificazioni

                  Iscrizione all’albo